"Un Gruppo di persone che condivide un obiettivo comune può raggiungere l'impossibile"

LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL

LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL

“UCI Gran Fondo World Series”

Trento – Monte Bondone


Trento, 8 luglio 2018 - Dall'impresa di Charly Gaul del 1956 a “La Leggendaria Charly Gaul”, non è una semplice granfondo, ma è la gara valevole per la qualificazione al Mondiale amatori 2018 che quest’anno si svolgerà proprio nella nostra Penisola.

Serve entrare nel 25% della propria categoria per qualificarsi, correndo sul duro percorso “lungo” di gara, tranne che per le categorie “con più esperienza” M7 ed M8.

Oltre 2.500 i partecipanti per una bellissima quanto dura granfondo, resa ancor più massacrante per via delle temperature ben al di sopra dei 30 gradi.

Per i Ragazzi dell’Italian Army Cycling Team queste trasferte si trasformano in vere feste di gruppo, con la preparazione della gara già dal sabato, la cena in compagnia e le numerose foto ricordo, dai selfiesulle griglie di partenza alle foto, anche sofferenti, dopo il traguardo.

Ma ci sono da raccontare pure i risultati di giornata, il più importante la qualificazione di SERNACCHIOLI Luigi Cat. M7, un vero successo per il treno blu.

image2jpeg

La gara di Trento è stata trasmessa in diretta su Rai Sport e prevedeva due percorsi decisamente micidiali. Una mediofondo di 57 chilometri con 2.000 metri di dislivello e arrivo in salita di 20 chilometri sul Monte Bondone, e una granfondo di ben 141 chilometri con quasi 4.000 metri di dislivello, con due volte la salita del Bondone, con la prima scalata di 23 chilometri con pendenze quasi sempre a doppia cifra. Sfide da veri professionisti del ciclismo.

image1jpeg


La dura sfida del Bondone è stata affrontata da 10 atleti del team che, seppur non hanno raggiunto l’obiettivo della qualificazione, hanno dimostrato grande tenacia e coraggio, in 6 atleti hanno deciso di affrontare due volte il Bondone.

Da sempre sono queste tappe a regalare i momenti più attesi: la strada che sale, lo sforzo massimo, la montagna, ingredienti che rendono epiche alcune giornate di sport e in questo senso il Trentino garantisce uno scenario al top proponendo per gli amanti di questa disciplina centinaia di chilometri di strade in scenari naturali ideali, una sorta di palestra a cielo aperto.

image3jpeg

Archiviata la dura prova, finita con gli abbracci sotto lo striscione d’arrivo, il pasta party per reintegrare dopo lo sforzo, la squadra è subito pronta a voltare pagina, perché domenica il “Treno blu”è atteso da un’altra bella e prestigiosatrasferta.

Appuntamento a Treviso per partecipare alla famosa granfondo Pinarello.

Pronti per nuove emozioni, “trenate” e divertimento, unite ad un sano agonismo lungo le strade trevigiane.